Il furto

Nei nove giorni successivi il mondo dell’arte ruotò serenamente intorno al proprio asse dorato, ignaro della bomba ad orologeria che ticchettava nelle sue viscere. Mangiò in abbondanza, bevve fino a notte fonda, scivolò audacemente giù per i pendii di Aspen e St Moritz approfittando delle ultime nevi della stagione. Finché, il terzo venerdì di aprile, fu svegliato dalla notizia che una tragedia aveva colpito il Rijksmuseum Vincent van Gogh di Amsterdam. I Girasoli, un olio su tela di 95 x 73 centimetri, era scomparso.

La tecnica utilizzata dai ladri non rendeva giustizia alla sublime bellezza del loro obiettivo. Avevano preferito il randello allo stocco, la velocità alla furtività. Il capo della polizia di Amsterdam lo definì il caso più straordinario di “spaccata” che avesse mai visto, ma evitò di fornire troppi dettagli, per paura di invogliare eventuali ladri futuri a portarsi via un altro emblematico e insostituibile capolavoro.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *