Dio energia bellissima

Brian Weiss è un medico e uno psichiatra, un esperto mondiale di ipnosi regressiva. […] Pochi anni fa ho avuto la grande occasione di incontrarlo e di intervistarlo […] per cui riporto le parole che in quella circostanza mi disse. […]

La terra è come una grande scuola e, come in ogni scuola, ci sono studenti di vari gradi di istruzione, dalle elementari fino alle superiori; e ognuno di questi gradi è presente contemporaneamente sul pianeta. E’ per questo che si notano persone che hanno un comportamento simile a quello dei bambini e altre che sono spiritualmente più evolute e avanzate. Ma la lezione da imparare è sempre una ed è l’amore. Anche quando siamo dall’altra parte della vita, continuiamo ad imparare ad amare. L’amore è la vera natura della vita, e il nostro scopo è quello di imparare ad amare in questa grande scuola. Quella terrena non è, però, la nostra condizione autentica. La terra non è la nostra vera casa. Siamo qui solo momentaneamente prima di tornare da dove veniamo. Quando veniamo qui, lo facciamo per perfezionare il nostro apprendimento. Oltre all’amore, ci sono molte altre lezioni da imparare: ci sono la pazienza e l’altruismo innanzitutto. Ma se guardiamo a queste altre lezioni – per esempio, alla non violenza, alla non discriminazione – ci rendiamo conto che non sono altro che riflessi dell’amore e che tutto appartiene alla stessa, unica lezione. E’ per questo che i consigli che ricaviamo sono sempre gli stessi e cioè di imparare ad amare, di provare ad aprirci di più agli altri… Nel momento in cui impariamo a dominare questi insegnamenti, ci lasciamo alle spalle il nostro passato spirituale e alla fine del ciclo non siamo più costretti a tornare su questa terra perché abbiamo ormai ottenuto la nostra speciale laurea. Solo un’anima avanzata può tornare sulla terra di sua spontanea volontà ad aiutare gli altri esseri umani. Molte anime laureate sono, infatti, tornate qui per aiutarci, perché nessuna laurea è valida se non è conseguita da tutta l’umanità e perché tutte le anime sono collegate tra loro in un’unica energia. […]
I miei studi mi hanno naturalmente avvicinato a Dio, ma non immagino Dio come un uomo anziano, che giudica, che lancia saette sul mondo dall’alto di una nuvola: lo vedo come un’energia bellissima, immortale, saggia. Un’energia che è ovunque, ed è al di là della comprensione. Per me Dio è un architetto, un progettista, un coordinatore del tutto. E’ il primo motore, ma non è un Dio che giudica e non è un uomo pieno di rabbia. Quella immagine di Dio, per me, è soltanto una proiezione fatta dall’essere umano.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *