La posa della prima pietra

“Esatto” aveva commentato Langdon. “L’affresco ritrae i nostri padri fondatori mentre posano la prima pietra del Campidoglio il 18 settembre del 1793, fra le undici e un quarto e le dodici e mezzo.” Si era fermato, guardando le facce degli studenti. “Qualcuno sa che cosa significano quell’ora e quella data?”
Silenzio.
“Se vi dicessi che furono scelte da tre famosi massoni, ovvero George Washington, Benjamin Franklin e Pierre L’Enfant, l’urbanista che ha dato la sua impronta alla città di Washington?”
Silenzio.
“Molto semplicemente, la prima pietra del Campidoglio venne posata in quel giorno e a quell’ora perché, fra le altre cose, Caput Draconis era nella Vergine.”
I ragazzi si erano scambiati occhiate perplesse
“Un momento” aveva detto qualcuno. “Intende … astrologicamente?”
“Sì. Anche se mi riferisco a un’astrologia diversa da quella che noi conosciamo adesso.”
Si era alzata una mano. “Significa che i nostri padri fondatori credevano nell’astrologia?”
Langdon aveva sorriso. “Eccome! Cosa pensereste se vi dicessi che nella struttura urbanistica e architettonica di Washington ci sono più segni zodiacali che in qualsiasi altra città del mondo? Zodiaci, configurazioni astrali, pietre angolari posate in date propizie dal punto di vista astrologico… Parecchi tra gli estensori della nostra costituzione appartenevano alla massoneria, credevano a una stretta correlazione fra le stelle e il destino e prestarono molta attenzione agli influssi celesti nel costruire il Nuovo Mondo.”
“Ma il fatto che Caput Draconis fosse nella Vergine alla posa della prima pietra del Campidoglio… perché è significativo? Non potrebbe essere soltanto una coincidenza?”
“Sarebbe una coincidenza straordinaria, se pensiamo che la prima pietra delle tre costruzioni che costituiscono il triangolo federale, e cioè il Campidoglio, la Casa Bianca e il Washington Monument, venne posata in anni diversi ma con la stessa identica congiunzione astrale.”
Gli studenti avevano sgranato gli occhi. Alcuni prendevano appunti.
Si era alzata una mano negli ultimi banchi. “Perchè stavano tanto attenti a queste cose?”
Langdon aveva fatto una risatina. “La risposta sarebbe materiale per un intero semestre. Se siete interessati, frequentate il mio corso sul misticismo. A dire il vero, non credo siate emotivamente preparati a sentire la risposta.”
“Cosa?” aveva ribattuto lo studente. “Ci metta alla prova!”
Langdon aveva fatto finta di pensarci su e poi aveva scosso la testa. “Mi dispiace, ma non posso. Fra voi ci sono delle matricole. Non vorrei che rimanessero sconvolte.”
“Ce lo dica!” avevano protestato in coro.
Langdon si era stretto nelle spalle. “Prendete contatto con la massoneria o con l’ordine della Stella d’Oriente e scopritelo direttamente alla fonte.”

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *